xx

xx

mercoledì, aprile 13, 2011

Upupa

Da Wiki

Upupa Linnaeus, 1758 è un genere di uccelli, unico genere della famiglia Upupidae.
Descrizione
Caratteristiche fondamentali sono il becco lungo e sottile, le narici rotonde ed aperte ed un tipico ciuffo di penne sul capo. Hanno 10 remiganti e 10 timoniere; tarso breve, secondo e terzo dito liberi. I pulcini sono rivestiti da piumino.
Una delle caratteristiche fondamentali dell'Upupa è il volo, uno sfarfallio lento che la rende riconoscibile anche a distanze notevoli.
Riproduzione
Durante il periodo riproduttivo il maschio emette un suono molto soffice:’’Hup-hup-hup’’ aprendo a ventaglio la cresta, compiendo un movimento della testa verso il basso con il becco semichiuso per attirare l’attenzione dell’esemplare femmina.
Dopo aver scelto il luogo per la nidificazione il corteggiamento è caratterizzato da offerte di cibo da parte del maschio; a questo punto avviene l’accoppiamento, solitamente in ambienti alberati poiché il nido verrà collocato all’interno di una cavità.
Della cova delle uova si occupa la femmina per circa 16 giorni, queste, piccole e allungate di colore verde-biancastro e ricoperte di puntini bianchi, vengono deposte direttamente sul suolo del nido senza alcun rivestimento. Una volta nati i piccoli, entrambi i genitori si prenderanno cura di loro.

Torre

giovedì, aprile 19, 2007

giovedì, febbraio 02, 2006

ZZZZZZ!

DigiCult



“La cultura digitale elettronica e le corrispondenti forme d’arte sono implosive, policulturali, politemporali, globali e caratterizzate da un sostanziale rovesciamento delle prospettive. La condizione digitale dell’arte è quindi immateriale, immersiva e cognitiva; il fatto che sia cognitiva significa che tutte le cose che avvengono sullo schermo di un computer avvengono simultaneamente nella nostra testa. Cognitivamente siamo quindi accelerati al punto da crearsi una corrispondenza tra i nostri oggetti mentali e gli oggetti digitali; questa corrispondenza è basata su connessioni, è frutto di costruzioni reticolari ed è modificabile alla domanda”.

Sono queste le parole di Derrick De Kerckhove, attivo da anni nella ricerca delle forme di comunicazione e di connettività attraverso gli strumenti digitali. Queste parole possono essere prese come il punto di partenza per un’ analisi teorica della cultura digitale e della sua estetica............!!

Neural.it




!!!!!!!

OldCiccio




Grunt!

lunedì, gennaio 30, 2006